Viva il green pass

Negli ultimi giorni c’è stato un significativo aumento dei contagi ma ricoveri e decessi sono rimasti bassi. Significa che i vaccini stanno depotenziando il virus, anche nella sua variante delta. Chi sceglie di non vaccinarsi – senza consultare medico né in base a teorie scientifiche credibili – deve assumersi le proprie responsabilità.

Combattere politicamente e ideologicamente il green pass obbligatorio citando apartheid, nazismo e “figli inseguiti dalle siringhe” non solo è irresponsabile ma alla luce di questi numeri vale anche una gigantesca figura di merda.

  • La prevenzione dell’infezione da Covid è superiore all’88% per i vaccinati con ciclo completo.
  • L’efficacia nel prevenire l’ospedalizzazione sale al 94,6% con ciclo completo, 97,3% nel prevenire i ricoveri in terapia intensiva.
  • L’88,4% dei contagi di quest’ultimo mese (fascia d’età 12-39 anni) è avvenuto in soggetti non vaccinati. Le ospedalizzazioni riguardano per il 97,2% quelli senza copertura.
  • Ci sono stati zero decessi per chi era vaccinato, mentre l’87,5% degli eventi avversi in chi non era vaccinato.~ fonte Corriere della Sera (compratelo, i quotidiani vi farebbero bene), rapporto dell’Istituto Superiore di Sanità.Permettere ai soli immunizzati di frequentare luoghi a rischio assembramento eviterebbe nuove chiusure a tanti piccoli e medi imprenditori. Cerchiamo di mettercelo in testa: le possibilità che un vaccinato possa contagiare sono bassissime.

Identificare, togliere subito la possibilità di voto, multare e sospendere dal proprio posto di lavoro gli irresponsabili che in queste ore scendono in piazza (privi di mascherina) senza aver mai letto un quotidiano e mettendo di nuovo a rischio la nostra economia e la nostra salute.

Precedente Nessuno ha a cuore la Palestina